Armocromia: la stagione della primavera

Per esaltare i toni naturali del viso è necessario individuare le tonalità che si abbinano meglio.

Per esaltare i toni naturali del viso è necessario individuare le tonalità che si abbinano meglio. Per questo motivo esiste l’armocromia, ovvero la scienza dei colori. Questa prevede 4 palette cromatiche tra cui la primavera che è una delle stagioni più luminose e brillanti caratterizzata da un sottotono caldo. Scopriamo insieme la stagione primavera dell’armocromia e i suoi colori. 

La caratteristiche della stagione primavera

L’armocromia è una disciplina che si occupa dello studio del colore con l’obiettivo di identificare quelle tonalità che si adattano meglio alla persona. Sulla base di questa scienza sono state create 4 palette cromatiche che corrispondono ad una stagione. Tra queste troviamo la primavera

Le persone che rientrano in questa categoria sono caratterizzate da un sottotono caldo, valore chiaro, intensità e contrasto alti. Infatti, presentano una pelle chiara e luminosa con un incarnato dorato e tendendente al giallo. Gli occhi sono tendenzialmente di colore verde, azzurro o ambra. Infine i capelli possono essere biondo dorato, biondo scuro, rosso e castano chiaro. Inoltre una peculiarità di questa stagione sono le lentiggini sul viso e sul corpo. 

La palette primavera è caratterizzata da tonalità calde e brillanti. Per questo motivo i colori che reggono meglio sono il verde brillante, il pesca, il corallo, il blu royal, il rosso brillante, il turchese, il giallo intenso, il viola ciclamino, l’oro e il bronzo. Queste sfumature tendono a risaltare le peculiarità del viso andando a illuminare ulteriormente l’incarnato. Al contrario un colore che tende a spegnere la luminosità della pelle è il nero.

Come tutte le stagioni, anche l’armocromia spring prevede 4 sottogruppi: la versione assoluta e altre 3 tipologie che sono caratterizzate da alcune variabili di valore, sottotono e intensità.

Le sottocategorie della primavera

I sottogruppi dell’armocromia primavera sono: 


Primavera deep: questa categoria è caratterizzata da un perfetto bilanciamento di tutte le variabili prese in considerazione (valore, sottotono e intensità). Infatti L’armocromia della primavera deep prevede degli occhi chiari, un incarnato luminoso e dei capelli dal colore biondo dorato. La palette di colori è caratterizzata da tonalità brillanti e luminose come il verde, l’azzurro, il corallo, il blu elettrico e il pesca;

Spring soft: comprende tutte le persone che hanno una dominante cromatica chiara. Per questo motivo appartengono al sottogruppo dell’armocromia primavera soft tutte quelle persone che hanno capelli biondi e occhi azzurri brillanti. A differenza della primavera deep hanno un contrasto basso ma nonostante ciò mantengono la brillantezza tipica della stagione. I colori su cui puntare sono l’azzurro intenso, il rosa pesca, il verde menta o i colori pastello;

Spring bright: la caratteristica distintiva della stagione è l’intensità e la brillantezza alta. Infatti le persone appartenenti a questa categoria presentano un incarnato caldo, occhi chiari e capelli castani a contrasto. La palette di colori è costituita da tonalità intense come il giallo, il ciclamino, il verde smeraldo, il rosso brillante e il blu royal. Inoltre reggono molto bene anche i colori fluo;

Spring warm: questa categoria è caratterizzata da un alto livello di calore. Infatti appartengono alla categoria tutte quelle persone che hanno occhi molto chiari, capelli rossi e una carnagione rosata. Le tonalità di colori su cui puntare sono il beige, il pesca, il corallo, l’oro e il bronzo. 

Come individuare la propria stagione di appartenenza 

Ognuno di noi ha dei colori naturali e sulla base delle tonalità alle quali vengono abbinati possono metterli in risalto o penalizzarli. Per questo motivo è necessario individuare la stagione perfetta per te attraverso il test dell’armocromia. Uno dei metodi più efficaci per eseguirlo è il drapping: tecnica che prevede di utilizzare dei drappi colorati che vengono accostati al viso struccato per giudicare l’effetto che il colore ha. 

Il punto di partenza è l’identificazione del sottotono utilizzando l’oro e l’argento. Successivamente si prosegue con tutte le tonalità degli altri colori per individuare le altre variabili: il valore cromatico che indica l’intensità dei colori da utilizzare, il contrasto che segnala quanto è contrapposto il colore della pelle con occhi e capelli e l’intensità che indica se è meglio utilizzare dei colori brillanti oppure opachi.

Per effettuare i test dell’armocromia sono disponibili numerosi test online che permettono di scoprire la stagione di appartenenza rispondendo a diverse domande. Però i fattori da prendere in considerazione sono molti e per questo motivo è sempre meglio affidarsi ad un esperto specializzato in armocromia.

Inizio pagina
Reso Facile
Spedizioni in 24/48 h
Ritira in negozio
Confezione regalo
Campioni omaggio
Iscriviti alla newsletter
Hai bisogno di aiuto?
Griffi

Gentile utente,
il nuovo sito Griffi non è navigabile con Internet Explorer.
Internet Explorer non consente di utilizzare soluzioni di design e funzionalità moderne.

Utilizza Google Chrome, Mozilla Firefox o la più recente versione di Edge per una corretta esperienza di navigazione.

Gentile utente,
il nuovo sito Griffi non è navigabile correttamente con Microsoft Edge inferiore alla versione 17.
(Microsoft EdgeHTML engine < 17)

Aggiorna la tua versione di Edge o utilizza Google Chrome, Mozilla Firefox per una corretta esperienza di navigazione.

Continua comunque la navigazione